Breve Spunto a partire dalla Parola di Dio del Giorno 28/05/2020

VANGELO Gv 15, 18-21
✠ Lettura del Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”.
Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

Non siete del mondo. Una consegna di Gesù che ci riabilita e ci dona forza. Di fronte all’odio del mondo il maestro ci ricorda che non siamo obbligati a seguire la logica del mondo: siamo plasmati da Dio come essere liberi. Non siete del mondo. L’odio covato del mondo dei nostri confronti, lo spaesamento di fronte a una società che procede in una
direzione opposta rispetto ai valori dell’umanità, il rigetto di gesti di accoglienza e fraternità è accolto e abbracciato da Gesù. È a causa sua se il mondo ci odia, perché vuole riportarci alla libertà originaria dei figli di Dio: non abbiamo dunque paura. Lo spirito del mondo vuole tenerci schiavi, come automi con lo sguardo basso. Non siete del
mondo. Rimaniamo saldi nella Sua parola, resistiamo alle lusinghe del mondo e camminiamo accanto a Gesù.

I commenti sono chiusi .