Ancora nessun commento

AVVISI: settimana dal 21 al 28 marzo 2021

DOMENICA 21 MARZO – V DI QUARESIMA
In mattinata ritiro adolescenti a Sant’Alessandro.
ORE 16.30 – Vespro e breve ritiro per le coppie.

MERCOLEDÌ 24 MARZO – MEMORIA DEI MISSIONARI MARTIRI
ORE 08.45
– a Maria Immacolata
ORE 18.00 – a Sant’Alessandro

GIOVEDÌ 25 MARZO – FESTA DELL’ANNUNCIAZIONE
È la festa della nostra comunità pastorale
ORE 08.45 – a Sant’Alessandro
ORE 21.00 – a Maria Immacolata Santa Messa (alle 20.30 Adorazione).

VENERDÌ 26 MARZO
ORE 08.45 – Via Crucis a Maria Immacolata.
ORE 16.45 – Via Crucis per i bambini a Maria Immacolata, Sant’Alessandro e San Paolo.
ORE 18.00 – Via Crucis a Sant’Alessandro e San Paolo.
ORE 20.45 – Celebrazione della Croce a M. Immacolata, “Fratelli …, come il buon samaritano”, guardiamo al dipinto di Van Gogh aiutati da ALTEA CALASTRI.

SABATO 27 MARZO – RITIRO GIOVANI (info don Fabio).

SABATO 27 e DOMENICA 28 MARZO
CELEBRAZIONE DELLA DOMENICA DELLE PALME

A TUTTE LE MESSE VERRÀ DISTRIBUITO L’ULIVO, NON CI SARANNO PROCESSIONI

UNO SGUARDO AVANTI

1 APRILE – CELEBRAZIONI DEL GIOVEDÌ SANTO
ORE 20.30
– Messa nella Cena del Signore in tutte e tre le parrocchie

2 APRILE – CELEBRAZIONI DEL VENERDÌ SANTO
ORE 15.00
– Morte di Gesù in tutte e tre le parrocchie.
ORE 20.30 – Via Crucis in tutte e tre le parrocchie (in chiesa).

3 APRILE – CELEBRAZIONE DELLA VEGLIA PASQUALE
ORE 19.00 – In tutte e tre le parrocchie.
PER PARTECIPARE A QUESTE CELEBRAZIONI È NECESSARIO PRENOTARSI IN PARROCCHIA

4 APRILE – PASQUA – Celebrazioni negli orari consueti domenicali
NON SERVE PRENOTAZIONE

COMPAGNO DI VIAGGIO

Questa quaresima è un tempo, un luogo, un percorso in cui siamo stati chiamati da Dio a riprendere in mano la nostra vita, a portarla a Lui perché ci aiuti ad osservarla con gli occhi della fede, riconoscendo in essa la presenza amorevole di Dio, motivo di serenità e fonte di speranza, e il nostro incedere incerto, fatto di grandi slanci e di tante piccole meschinità. Questo sguardo riaccende in noi il profondo desiderio di acqua viva per una vita nuova e ci vogliamo disporre ad accogliere questo dono pasquale. Questo itinerario, riassunto nei 40 giorni quaresimali, è il percorso di una intera esistenza; il nostro papa vuole proporci un aiuto per questo nostro cammino, un aiuto particolarmente vicino in questo tempo ancora segnato dalla pandemia e da ciò che essa significa in termini di sofferenza, incertezza, paura, … Questo compagno è san Giuseppe. Nel 150° anniversario della sua proclamazione a patrono della chiesa cattolica, papa Francesco lo ripropone all’attenzione di tutti i credenti, ma credo di tutti gli uomini, come figura esemplare. Appare, egli primo di una lunga schiera, come il santo della porta accanto  silenzioso, nascosto eppure così “indispensabile”: la storia della salvezza passa anche attraverso di lui. La sua vita è segnata dalla precarietà e dalle tribolazioni della sua famiglia: dagli inizi così complicati, nella paternità inaspettata, fino alle vicende della peregrinazione in terra straniera, passando per la fatica nel comprendere quel figlio così prezioso e così “enigmatico”. In tutto questo egli ha saputo accettare le fragilità, si è fatto interprete della storia obbedendo alle indicazioni di Dio, ha accolto ogni avversità trasformandola in occasione, ha messo la sua laboriosa creatività a servizio di un questo tempo così incerto e difficile. Compagno di viaggio nella quaresima che è immagine della vita.

Invia un commento